FANDOM


Icona-consultabile Questo è un articolo consultabile della Javapedia.

Eras-canon

Droids in Distress
"Droids in Distress"

"Droidi preoccupati"

Serie

Star Wars Rebels

Stagione

Prima

Episodio

104

Regista

Steward Lee

Sceneggiatore

Greg Weisman

Cronologia dell'episodio
Episodio precedente

"Spark of Rebellion"

Episodio successivo

"Fighter Flight"

"Un semplice gesto di gentilezza può riempire la galassia di speranza."
―Bail Organa
"Droidi Preoccupati" ("Droids in Distress" in lingua originale) è il terzo episodio della prima stagione della serie animata Star Wars Rebels. È anche il terzo episodio della serie in generale.

Venne rilasciato il 13 Ottobre del 2014 su DisneyXD e venne scritto da Greg Weisman e diretto da Steward Lee.

L'episodio vede l'equipaggio dello Spettro intercettare un carico di armi destinate all'Impero Galattico. Lungo la strada, si imbattono e prendono inavvertitamente con sé C-3PO ed R2-D2, in missione segreta per conto del Senatore Bail Organa con lo scopo di impedire che le armi cadano nelle mani dell'Impero. I ribelli continuano a venire braccati dall'Agente Kallus dell'Ufficio di Sicurezza Imperiale, mentre Garazeb Orrelios ricorda la quasi totale estinzione del proprio popolo per mano di quelle stesse armi che hanno rubato (i disgregatori). Alla fine, R2-D2 fornisce ad Organa delle informazioni sui ribelli e sulla loro attività.

Descrizione ufficiale

I ribelli decidono di intercettare un carico di armi dell'Impero. Durante le difficili operazioni, conoscono un duo di androidi molto particolari, che erano in missione segreta per conto del Senatore Bail Organa per impedire alle armi di finire nelle mani dell'Impero

Trama

In cerca di un colpo

Lo Spettro sta venendo inseguito da uno squadrone di caccia TIE e da uno Star Destroyer, dopo aver fallito un colpo. Dopo che la nave salta nell'iperspazio, Kanan Jarrus e Sabine Wren discutono sul fatto che il primo avesse detto che sarebbero riusciti a portare a termine il colpo. Hera Syndulla fa notare che il gruppo è a corto di cibo, esplosivi e carburante ed Ezra Bridger si lamenta del fatto che non c'è tempo per il suo "addestramento Jedi". Kanan, tuttavia, propone un altro lavoro per conto del signore del crimine Cikatro Vizago. Garazeb Orrelios non è entusiasta del fatto che debbano ancora fare i trafficanti d'armi, ma il gruppo decide di accettare il lavoro e parte per la capitale di Lothal.

La truffa

Allo spazioporto di Lothal, Ezra e Chopper salgono a bordo di uno shuttle in partenza per Garel. A bordo, si uniscono a Sabine e Zeb, anch'essi mischiati con i passeggeri. Poco dopo, a bordo dello shuttle salgono il Ministro Maketh Tua ed il trafficante di armi Amda Wabo, i quali si siedono davanti a Zeb e Sabine. Wabo parla a Tua nella sua lingua madre e lei chiede di sapere dov'è il suo traduttore, che la raggiunge: è il droide protocollare C-3PO, accompagnato dall'astromecca R2-D2. I servizi di C-3PO sono necessari poiché Wabo e Tua non sono in grado di comunicare direttamente. Appena prima che lo shuttle parta, sale a bordo Kanan. I vari membri dell'equipaggio dello Spettro fingono di non conoscersi.

Dopo che lo shuttle entra nell'iperspazio, Ezra e Chopper fingono di litigare, portando Kanan a chiedere al droide pilota se non è vietato ai droidi viaggiare nell'area passeggeri. In risposta, il pilota ordina ad Ezra di spostare Chopper nell'area posteriore della navetta. Ezra risponde quindi dicendo che, se il suo astromecca viene allontanato, allora anche gli altri due (C-3PO ed R2-D2) devono essere allontanati. C-3PO si sente insultato per essere stato chiamato astromecca e ribadisce di essere un droide protocollare, con Tua che comunica al pilota che i due droidi sono con lei e che lei è in missione Imperiale. Il pilota le dice che la regola di spostare i droidi è una regola Imperiale e 3PO si dirige lamentandosi verso l'area posteriore. Mentre Tua cerca un traduttore, Zeb le dice che Sabine potrebbe aiutarla, visto che conosce la lingua e lei si spaccia per un cadetto Imperiale. Scopre quindi presto che il carico di Tua si trova nella Baia Sette dello spazioporto di Garel, ma inganna il ministro dicendole che si trova nella Baia Diciassette. Nell'area posteriore C-3PO si lamenta dicendo che quella "giovane creatura" non può prendere il posto di un droide protocollare programmato come lui ma viene zittito da R2-D2, che cerca di capire ciò che Wabo e Tua si stanno dicendo, venendo però speronato da Chopper che lo crede un droide Imperiale. C-3PO si congratula poi con Chopper, dicendo ad R2 di aver trovato un astromecca che "conosce l'etichetta" e che potrebbe imparare molto da lui.

Il furto

Dopo essere atterrati su Garel, il Ministro Tua, C-3PO, R2-D2 ed un gran numero di assaltatori partono per la Baia Diciassette. Nel frattempo, l'equipaggio dello Spettro parte per la Baia Sette. Per entrare nella baia carico, Ezra si arrampica in un condotto di ventilazione e raggiunge il tetto, usando poi la Forza per balzare oltre i tetti. Mentre sale lungo il condotto, Ezra si lamenta con Kanan tramite il comunicatore dicendo che avrebbe dovuto insegnargli le "cose Jedi" e che rubare per sopravvivere era qualcosa che già faceva benissimo. In risposta, Kanan gli dice che completando questo incarico ci avrebbero guadagnato tutti. Dopo essere giunto alla Baia Sette, Ezra apre la porta e fa entrare Kanan, Zeb e Sabine, con il primo che apre la porta opposta per permettere ad Hera di far atterrare lo Spettro. Dopo aver esaminato il carico, scoprono che le casse contengono dei fucili disgregatori a ioni T-7, tipologia di arma bandita dal Senato Galattico. Zeb è particolarmente agitato da questa scoperta.

Nel frattempo, il Ministro Tua, C-3PO, R2-D2 e gli assaltatori scoprono che la Baia Diciassette è vuota. C-3PO deduce che Sabine abbia scambiato le parole Aqualish "Sette" con "Diciassette". Chopper, che tiene d'occhio gli Imperiali, contatta Hera e la informa che Tua e Wabo si stanno dirigendo alla Baia Sette. Dopo che Hera gli ordina di ostacolarli, Chopper attacca R2-D2, ma il Ministro Tua lo riconosce come l'astromecca che ha costretto l'interprete a spostarsi ed ordina alle sue truppe di dirigersi alla Baia Sette di corsa. Prima che i ribelli possano finire di caricare l'ultima cassa di disgregatori sullo Spettro, vengono bloccati da Tua e dagli assaltatori. Dopo un breve scontro a fuoco, riescono a fuggire da Garel ed a ripartire per Lothal.

Vengono però raggiunti da due "intrusi", C-3PO ed R2-D2, con il primo obbligato a salire a bordo dal secondo. Kanan ordina a Sabine di andare a prendere dei bulloni di costrizione per i due. Zeb prende Kanan da parte e gli consiglia di non vendere i disgregatori a Vizago ma di toglierli dalla circolazione; non notano però che R2 sta origliando il discorso. Ritornata con i bulloni, Sabine fa notare che almeno i fucili non li ha l'Impero, poiché ha scoperto dalla traduzione che l'Impero voleva usarli come prototipi per poi produrli in massa su Lothal. Suggerisce poi di vendere anche i due droidi a Vizago per guadagnare altri crediti.

Non rassicurato, un furioso Zeb sbatte Ezra fuori dagli alloggi e si chiude dentro. Hera chiama Ezra in cabina e gli chiede di essere un po' più tollerante nei confronti di Zeb, dicendogli che l'Impero ha utilizzato i disgregatori nell'assalto a Lasan, il pianeta natale dei Lasat, la razza di Zeb. Lui è uno dei pochi sopravvissuti al genocidio ed Ezra accetta di essere più tollerante. Quando poi il ragazzo le dice che l'addestramento Jedi con Kanan non è neanche cominciato, Hera decide di convincere Kanan. Nel frattempo, il Ministro Tua racconta dell'assalto all'Agente Kallus, che si interessa particolarmente al "Lasat". Quando poi Tua gli dice che non sapeva ci fossero dei Lasat ancora vivi, lui le risponde dicendo che ne sono rimasti pochi.

Scontro finale

Dopo essere atterrato al punto di rendezvous con Vizago a Lothal, l'equipaggio dello Spettro inizia a scaricare i fucili dalla zona di carico, con Hera che concorda di parlare dopo dell'addestramento di Ezra. Sabine annuncia che R2 le ha detto che la sua missione era far sì che i T-7 non raggiungessero l'Impero e che il suo padrone li avrebbe ricompensati profumatamente; Kanan inizia a pensare di restituire i droidi. Zeb ancora non è convinto della vendita dei fucili, dicendo che non sanno nemmeno chi è il compratore di Vizago, ma Kanan decide di venderli lo stesso, poiché sanno che non li venderà mai all'Impero. Credendo che l'equipaggio dello Spettro sia composto da criminali, ladri e fuorilegge, C-3PO entra nella cabina mentre gli altri sono impegnati con il carico ed invia una richiesta di soccorso al Governatore Pryce, ma dato che lei non c'è, essa viene dirottata all'attenzione dell'Agente Kallus, il quale lo rassicura dicendo che "arrivano i soccorsi".

Nel frattempo, Vizago accetta di comprare i T-7 ed ordina ai suoi droidi di caricare le casse su due speeder. Prima che possano completare la transazione, però, avvistano una nave da carico Imperiale con a bordo due camminatori AT-DP. Vizago ed i droidi fuggono rapidamente portando con sé quattro delle sette casse e senza pagare l'equipaggio dello Spettro, affermando che "Cikatro Vizago non paga mai per mezzo carico, né tanto meno paga per avere guai con gli Imperiali". Kanan rimane quindi a mani vuote e furioso.

Kanan decide che non possono lasciare i disgregatori in mani Imperiali ed ordina a Sabine di distruggerli. Lei si dirige verso la nave per prendere l'attrezzatura, ma è sorpresa quando vede R2 dirigersi verso le casse dicendo di volersi unire a loro. Spiega quindi di poter sovraccaricare i disgregatori e farli esplodere. Mentre gli altri riuniscono le casse e le aprono per permettere a Sabine ed R2 di mettersi all'opera, Kanan distrugge uno dei camminatori AT-DP con un disgregatore, ma viene scaraventato a terra da un colpo sparato dal secondo camminatore. Hera distrae il mezzo attirando la sua attenzione ed ordina a Chopper di preparare la nave per il decollo. Poco dopo, l'Agente Kallus ed un piccolo contingente di assaltatori sbarcano dalla nave da carico Imperiale ed aprono il fuoco sul gruppo.

Durante lo scontro, l'Agente Kallus sfida Zeb in duello affrontandolo con un bo-rifle rubato che ha preso da un membro della Guardia d'Onore di Lasan con le sue mani. Provoca poi Zeb dicendogli di essere stato lui a dare l'ordine di usare i disgregatori durante l'assalto a Lasan. Sabine ed R2-D2 finiscono di sovraccaricare i fucili, permettendo agli altri di usare una cassa per distruggere il camminatore e le altre due per eliminare gli assaltatori. La potente detonazione fa cadere a terra sia Zeb che Kallus, ma il secondo è più rapido nel rialzarsi e stordisce Zeb colpendolo allo stomaco, lasciandolo privo di difese. Prima che possa finirlo, però, Ezra utilizza istintivamente la Forza per spingere via Kallus con una tale potenza da scagliarlo all'indietro e farlo sbattere contro una roccia, tramortendolo. Dopo aver preso a bordo anche Zeb, C-3PO ed R2-D2, l'equipaggio dello Spettro fugge nello spazio. Kallus si risveglia in tempo per vedere la nave partire. A bordo, Zeb ringrazia Kanan per averlo salvato, venendo poi informato da Kanan sul fatto che sia stato Ezra, spingendo Zeb a ringraziarlo con un cenno del capo. Kanan dice anche ad Ezra che il suo addestramento formale da Jedi comincerà domani. Nonostante i sorrisi, tuttavia, lo sguardo di Kanan muta rapidamente in uno sguardo di preoccupazione, poiché ora dovrà essere un maestro.

La consegna

Più tardi, l'equipaggio dello Spettro riconsegna C-3PO ed R2-D2 al loro legittimo proprietario, il Senatore Bail Organa, che attracca vicino allo Spettro con la sua corvetta CR90, il Tantive IV. Il Senatore Organa, senza rivelare la propria identità, paga Kanan molto generosamente per la restituzione dei droidi, affermando di tenere molto a loro. Quando Kanan gli risponde di essere lieto di averli riportati, Organa fa notare che "un semplice gesto di gentilezza può riempire la galassia di speranza, che Kanan riconosce come un detto Jedi. Organa, tuttavia, non gli dà tempo di pensarci su, salutandolo con un sorriso. Una volta che Kanan si è allontanato, Organa si assicura che C-3PO non gli abbia comunicato il suo vero nome e, dopo essere stato rassicurato, autorizza il droide a spegnersi per riposarsi. Chiede poi ad R2-D2 di mostrargli "tutto ciò che ha suoi suoi ribelli", rivelando così che l'astromecca ha registrato tutte le azioni dell'equipaggio dello Spettro.

Doppiaggio

Continuità

L'episodio è stato adattato da Michael Kogge nel libro a capitoli omonimo.

Comparse

Note

  [Sorgente]
*Nota: Alcuni dei link qui sopra sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto. I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Stream the best stories.

Alcuni dei link qui sono link affiliati, ciò significa che, senza costi aggiuntivi, Fandom riceverà una commissione nel caso tu decidessi di cliccare e fare un acquisto.

Get Disney+