FANDOM


Eras-canon

KenobiMortisDagger-AOM
Pugnale di Mortis
Informazioni di produzione
Distrutta

20 BBY

Possessori
Luoghi

Altare di Mortis

Specifiche fisiche e tecniche
Colore/i

Nero, argento e oro, con un'aura verde

Uso e storia
Scopo/i

Controllare o uccidere un Guardiano della Forza

Il Pugnale di Mortis era un'arma mistica che risiedeva nell'Altare dello Spazio Selvaggio del pianeta Mortis. L'arma era tenuta nascosta dal Padre, che la teneva come strumento per controllare i figli. Il Pugnale era infatti capace di uccidere o prendere il controllo dei fratelli. Quando fu usata sul Padre, la sua morte portò come conseguenza la perdita dell'immortalità dei due figli.

Storia

Quando il Padre apprese che il Prescelto era apparso nella Galassia, attirò il Cavaliere Jedi Anakin Skywalker, creduto il Prescelto, nel suo regno su Mortis. Nonostante avesse passato la prova del Padre, si rifiutò di restare sul pianeta per sostituire il Padre che stava morendo. Il Figlio poi tentò di attirare Skywalker verso il Lato Oscuro della Forza, costringendo la Figlia e Obi-Wan Kenobi a estrarre il Pugnale dall'Altare, in modo da poter prendere il controllo del Figlio.

Il Figlio riuscì però a prendere il Pugnale, usandolo per uccidere Ahsoka Tano. Quando tentò di uccidere anche il Padre, la Figlia intervenne e fu uccisa al suo posto. Il Figlio, distrutto dal dolore, se ne andò, lasciando indietro il Pugnale, e la Figlia utilizzò le sue ultime energie per resuscitare Tano. In un ultimo tentativo di fermare il Figlio, il Padre usò il Pugnale su di sé, permettendo così a Skywalker di uccidere il Guardiano. Questo portò l'equilibrio a Mortis e il Pugnale, insieme al pianeta, sparì in un lampo di luce.

Comparse

Fonti

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.