Jawapedia
Advertisement
Jawapedia
11 733
pagine
Imperial II.jpg
Star Destroyer classe Imperial II
Informazioni di produzione
Costruttore

Kuat Drive Yards

Linea di produzione

Star Destroyer

Modello

Star Destroyer classe Imperial II

Classe

Star Destroyer classe Imperial

Costo

145.670.000 crediti

Specifiche tecniche
Lunghezza

1.600 metri

Accelerazione massima

> 2.300 g

MGLT

60 MGLT

Massima velocità (atmosfera)

975 km/h

Motore/i
  • 3 Motori a ioni Destroyer-I
  • 4 Cygnus Spaceworks Gemon-4
Iperguida
  • Classe 2
  • Backup classe 8
Modello iperguida
  • Classe 2
  • Backup classe 8
Potenza

Peak: > 9,28 × 1024 W (oltre il 20% in più di potenza dell'ISD-I)

Generatori di energia

Reattori ad ionizzazione solare I-a2b della SFS

Scudi

2 generatori a cupola di scudo deflettore ISD-72x della KDY (effetto area locale

Scafo

Duracciaio estremamente rinforzato

Sistemi di puntamento

Computer di tiro LeGrange

Sistemi di navigazione

Addetto alla navigazione

Armamento
  • 8 turbolaser a otto canne in barbetta o 8 cannoni a ioni
  • 50 batterie turbolaser pesanti
  • Più di 26 batterie turbolaser addizionali
  • 20 cannoni a ioni pesanti
  • 10 proiettori di raggio traente
Veicoli
  • 72 caccia stellari della Serie TIE
  • 8 shuttle classe Lambda
  • 15 Trasporto stormtrooper DX-9 classe Delta
  • 5 cannoniere d'assalto
  • Numero variabile di cannoniere Skipray
  • Più d'uno Shuttle classe Gamma
  • Veicoli di riparazione e recupero
  • Chiatte AT-AT
  • 20 AT-AT
  • 30 AT-ST
  • Vari veicoli di terra
  • Base prefabbricata
Equipaggio

37.085

Equipaggio minimo

5.000

Passeggeri

9.700

Capacità di carico

36.000 tonnellate

Autonomia

6 anni

Altri sistemi

Ricevitore HoloNet

Usi
Ruolo/i
  • Cacciatorpediniere
  • Portaerei
  • Nave ammiraglia
  • Trasporto
Anno d'introduzione

0 BBY

Era/e
Affiliazione/i

Lo Star Destroyer classe Imperial II era una classe di Star Destroyer usata dall'Impero Galattico. Era un miglioramento dello Star Destroyer classe Imperial I, ed entrò in servizio poco prima la Battaglia di Yavin.

Caratteristiche

L'Imperial II si mostrava come un netto miglioramento del modello precedente: scudi, iperguida, comunicazioni e capacità di fuoco furono migliorate e potenziate, mentre lo scafo subì un rafforzamento ulteriore, cosa che rese la nave molto resistente.

La seconda generazione di Imperial vide un cambiamento nella potenza di fuoco: le sei torrette turbolaser fiancali furono sostituite da otto tubolaser a otto canne posizionate in barbetta: tale cambiamento migliorò la potenza di fuoco dell'Imperial II.

Ciononostante, l'Imperial II era pieno di problemi: il ponte di comando, ad esempio, era uno dei punti più vulnerabili della nave. In ogni caso, l'Imperial II era un'ottima nave da prima linea, sia ai suoi albori, sia dopo; tale classe, difatti, continuò ad essere utilizzata anche come nave ammiraglia, nonstate sorsero modelli più moderni ed innovativi (come lo Star Destroyer classe Nebula della Nuova Repubblica o lo Star Destroyer classe Turbulent dei Resti dell'Impero). In definitiva, l'Imperial II era irrinunciabile in qualsiasi flotta.

Storia

L'Imperial II fu usato a partire dall'anno 0. Il prototipo, l'Empire, fu comandato dall'ammiraglio Feyet Kiez.

Nonostante vascelli enormemente più potenti, come l'Executor, avessero una reputazione assai consistente, anche gli Imperial II si ritagliarono il loro spazio grazie alla loro potenza di fuoco e resistenza; a tal proposito, è bene ricordare che le classi di navi costruite più tardi non ebbero lo stesso "occhio di riguardo" che ebbe la seconda generazione di Imperial, poiché dal punto di vista della potenza erano inferiori.

L'Imperial era presente durante la Battaglia di Hoth e durante la Battaglia di Endor; in quest'ultima, nonostante il numero di tali navi, la flotta imperiale fu sconfitta. Molti Imperial II, inoltre, furono usati nello Squadrone della Morte.

Dopo la morte dell'Imperatore, i signori della guerra imperiali non si fecero mancare gli Imperial II nelle proprie flotte, ben consci della loro potenza; gli Imperial II, nonostante la presenza di navi ben più potenti, furono usati come navi ammiraglie, ed uno di questi esempi fu quello del Grand'Ammiraglio Thrawn, che scelse la Chimaera come propria nave ammiraglia.

Nonostante però la loro potenza, gli Imperial II non riuscirono a surclassare completamente il modello precedente, e pertanto, essi convissero con gli Imperial I per tutta la loro durata in servizio.

Ciononostante, gli Imperial II sopravvissero persino alla Guerra degli Yuuzhan Vong, giungendo alla Seconda Guerra Civile Galattica, dove i Resti dell'Impero furono abili a schierare diversi di questi vascelli, pur essendoci in servizio navi ben più moderne. Ad ogni modo, persino Gilad Pellaeon, comandante supremo della flotta imperiale, aveva come nave ammiraglia una delle navi appartenenti alla nuova classe di Star Destroyer, alias la Turbulent.

Navi conosciute

Comparse

  • Star Wars Episodio V: L'Impero colpisce ancora
  • Star Wars Episodio VI: Il ritorno dello Jedi
  • Star Wars: l'Impero in guerra
  • Heir to the Empire
  • Dark Force Rising
  • The Last Command
  • A Hunter's Fate: Greedo's Tale
  • Star Wars: Death Star
  • Star Wars: Empire: Betrayal
  • Star Wars: Empire at War
  • Star Wars: Empire at War: Forces of Corruption
  • Star Wars: Rogue Squadron II: Rogue Leader
  • Star Wars: Rogue Squadron III: Rebel Strike
  • Death of a Rebel Base
  • Allegiance
  • River of Chaos 1
  • Star Wars: Empire 30: In the Shadows of Their Fathers, Part 2
  • Star Wars: Empire 31: The Price of Power
  • Star Wars: Empire 32: In the Shadows of Their Fathers, Part 3
  • Star Wars: Empire 33: In the Shadows of Their Fathers, Part 4
  • Star Wars: Empire 34: In the Shadows of Their Fathers, Part 5
  • Star Wars: Rebellion 0: Crossroads
  • Star Wars: Empire 35: A Model Officer
  • Star Wars: Rebellion 3: My Brother, My Enemy, Part 3
  • Star Wars: Rebellion: Small Victories
  • Star Wars: Rebellion: Vector
  • Star Wars Episode V: The Empire Strikes Back
  • Star Wars Episode V: The Empire Strikes Back romanzo breve
  • Star Wars Episode V: The Empire Strikes Back romanzo (prima comparsa)
  • Star Wars 39: The Empire Strikes Back: Beginning
  • Star Wars 40: The Empire Strikes Back: Battleground Hoth
  • Entrenched
  • Star Wars 41: The Empire Strikes Back: Imperial Pursuit
  • Star Wars 42: The Empire Strikes Back: To Be a Jedi
  • Star Wars Tales 4—"Moment of Doubt"
  • Star Wars Adventure Journal 11—"The Longest Fall"
  • Star Wars: TIE Fighter
  • Shadows of the Empire 2
  • Star Wars: Shadows of the Empire mini-serie
  • Star Wars: X-wing Alliance
  • Star Wars Episode VI: Return of the Jedi
  • X-wing: Rogue Leader 3
  • X-Wing: Rogue Squadron
  • X-Wing: Wedge's Gamble
  • X-Wing: The Krytos Trap
  • X-Wing: The Bacta War
  • X-Wing: Wraith Squadron
  • X-Wing: Iron Fist
  • X-Wing: Solo Command
  • Heir to the Empire Sourcebook—"A Grand Admiral Returns"
  • X-Wing: Isard's Revenge
  • Dark Empire
  • Crimson Empire
  • Crimson Empire II: Council of Blood
  • I, Jedi
  • X-Wing: Starfighters of Adumar
  • Specter of the Past
  • Vision of the Future
  • Star Wars: Union
  • Vector Prime
  • Dark Tide II: Ruin
  • Agents of Chaos I: Hero's Trial
  • Edge of Victory I: Conquest
  • Edge of Victory II: Rebirth
  • Star by Star
  • Enemy Lines I: Rebel Dream
  • Enemy Lines II: Rebel Stand
  • Force Heretic I: Remnant
  • Force Heretic III: Reunion
  • The Final Prophecy
  • The Unifying Force
  • Tempest
  • Exile
  • Sacrifice
  • Fury
  • Revelation
  • Invincible
  • Vortex
  • Conviction
  • Ascension
Advertisement